Articoli_Prima

Festa di S. Agata Comunità Srilankese 2017

PROGRAMMA
Domenica 17 settembre 2017

Ore 10,00
Processione dei fedeli Srilankesi (Cingalesi e Tamil) in costume tradizionale che si muoverà da
P.zza dell’Ogninella (Chiesa Santa Maria dell’Ogninella), seguendo il percorso: Via Euplio Reina e
P.zza Università, per raggiungere, attraverso Via Etnea e Piazza Duomo, la Basilica Cattedrale.

Ore 10,35
Basilica Cattedrale – Accoglienza e saluti di benvenuto a tutti i fedeli da parte di Mons. Barbaro
Scionti, parroco della Cattedrale.

Ore 11,00
Accensione del Lume Tradizionale e celebrazione della Santa Messa presieduta da Mons. Neville
Joe Perera, coordinatore nazionale delle comunità cattoliche dello Sri-Lanka.

Ore 13,00
Termine della celebrazione eucaristica e intrattenimento del coordinatore con i fedeli srilankesi per lo scambio dei saluti in P.zza Duomo.

Ore 14,00
Agape fraterna comunità Sri-Lanka (Messina, Siracusa e Caltagirone) presso l’Oratorio Salesiano
San Filippo Neri di Via Teatro Greco, 32 – Catania e presso il parco Gioeni.

 

Segreteria organizzativa
Sac. S.G. Christie Perera, cappelano comunità Srilankese di Catania - Diac. Giuseppe Cannizzo, direttore dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale delle Migrazioni dell’Arcidiocesi di Catania - Cell.3204650095 -Tel.095/7159062(Curia) –
E-mail: migrantes@diocesi.catania.it

Mensa Caritas “Beato Dusmet” a Librino

Caritas Catania: dal 4 settembre la mensa di Librino sarà aperta per tre giorni a settimana

CATANIA 21 agosto. Un altro passo verso i meno fortunati della Città. La mensa Caritas “Beato Dusmet” a Librino, presso la Parrocchia “Resurrezione del Signore”, Viale Castagnola 4, dal 4 settembre sarà aperta tre volte a settimana. Agli appuntamenti già attivi del mercoledì e del sabato (pranzo dalle ore 12:00 alle ore 13:00), si aggiungerà anche quello del lunedì (pranzo dalle ore 12:00 alle 13:00).

Un percorso avviato di recente e che in meno di un anno ha triplicato i giorni di servizio. La mensa “Beato Dusmet”, ospitata all'interno dei locali della parrocchia “Resurrezione del Signore”, concessi in comodato d’ uso gratuito dal parroco Don Salvo Cubito, è stata inaugurata nel novembre del 2016. L'iniziale apertura del sabato è stata integrata, lo scorso marzo, con il mercoledì, come secondo giorno di servizio, e dal 4 settembre si aggiungerà la terza giornata. Attualmente serve circa 250 pasti a servizio, che includono un primo piatto, un secondo piatto con il panino e, inoltre, contorno e bevande (in base alle donazioni ricevute si offrono anche frutta e dolce).

Un servizio determinante e necessario per lenire le difficoltà economiche della popolazione residente o domiciliata in quartieri periferici a rischio criminalità e a basso tasso di occupazione come S. Giorgio, Villaggio S. Agata, Librino, Zia Lisa e Monte Po. Un lavoro costantemente in crescita che la Caritas Diocesana di Catania compie con l'instancabile servizio dei volontari – 12 gruppi composti da circa 15 unità ciascuno – che sono sempre in prima linea nel servire il prossimo.

Un messaggio ribadito da Don Piero Galvano, direttore della Caritas Diocesana di Catania: «Questa nuova mensa, dedicata al Beato Dusmet, Vescovo amico dei poveri, aiuta realmente numerose famiglie che sono nel bisogno. Desidero ringraziare, ancora una volta, tutti i volontari che con amore dedicano il proprio tempo a servizio dei poveri. Fare volontariato 'salva' la vita: la propria e quella degli altri».

In questi tempi complicati, la Caritas resta anche un presidio di umanità. Lo ha ricordato Salvo Pappalardo, responsabile delle attività e coordinamento in Caritas Diocesana di Catania: «Viviamo in un periodo storico molto triste e difficile per la popolazione italiana e straniera, al punto tale che molte famiglie non riescono a garantire un pasto caldo per se stesse e soprattutto per i propri bambini. Auspichiamo nella Misericordia di Dio Padre affinché le persone, fratelli e sorelle in Cristo Gesù, riescano a trovare tutti un lavoro che li tuteli e garantisca alle loro famiglie dignità e autonomia di pace interiore».

Il 65% degli assistiti della mensa di Librino è composto da uomini, il 22% da donne e il resto da bambini. In valore assoluto, si tratta di circa 200 persone che usufruiscono del servizio, anche se ci sono profonde differenze rispetto ai flussi registrati alla mensa Caritas dell'Help Center di Piazza Giovanni XXIII, angolo Viale Africa (stazione centrale). «La mensa dell'Help Center abbraccia diverse fasce di persone – ha spiegato Giovanni Mangano, Responsabile Mensa della Caritas Diocesana di Catania –, cioè catanesi indigenti e i migranti che dormono nei pressi della stazione; a Librino, invece, il servizio si riferisce quasi esclusivamente alle esigenze degli utenti che vivono sul territorio». L'obiettivo è ambizioso: per dicembre del 2018 si prevede che la mensa di Librino apra tutti i giorni a pranzo. «Servono nuovi volontari per coprire tutti i turni – ha aggiunto Giovanni –, così da poter offrire pranzo e cena tutti i giorni con le due mense senza creare sovrapposizioni».

Per molti poveri della città, i servizi della Caritas restano l'unico punto di riferimento e di accoglienza. «Questo posto (la mensa “Dusmet”, ndr) – ha dichiarato uno degli assistiti – mi garantisce il minimo per continuare a vivere e gli altri servizi della Caritas mi danno la speranza di trovare una soluzione ai problemi». E per compiere un lavoro così importante e delicato, la Caritas diocesana di Catania sta procedendo con dedizione e fede, rafforzandosi sempre più perché, come ebbe a scrivere il giornalista e teologo Joseph M. Kraus, «anche quando c'è tanta strada da fare, si comincia un passo alla volta».

Addetto stampa
Rosario Battiato (tessera n. 116269)
Contatti:
34772866169
comunicazione@caritascatania.it

I missionari del PIME in collaborazione con l’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria ti invitano a partecipare al cammino di Giovani e Missione.

I missionari del PIME in collaborazione con l’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria ti invitano a partecipare al cammino di Giovani e Missione.
Per te che hai tra i 20 e i 30 anni e che desideri vivere una bella esperienza in missione proponiamo un cammino di formazione che si svolgerà un fine settimana al mese da ottobre a giugno.
Il primo anno avremo come obiettivo quello di approfondire la conoscenza di se stessi e del nostro percorso spirituale, inoltre analizzeremo le sfide della missione per prepararti a vivere un’esperienza estiva in missione.
Nel secondo anno vorremmo poi aiutarti a rielaborare l’esperienza vissuta in terra di missione, aiutarti a integrare nella tua vita le inevitabili domande e emozioni nate dopo il viaggio perché tutto possa tradursi in ricchezza per scelte e nuovi stili di vita.
Questo è perché il tuo viaggio non sia soltanto una vacanza fine a se stessa; per aiutarti a scoprire il valore del contatto diretto con le popolazioni di altre culture e religioni e per poter vivere questa esperienza tu stesso da missionario
È indispensabile la fedeltà al cammino completo perché i temi svolti sono strettamente legati tra loro.
Quota d’iscrizione € 80,00 annue (pagabili in due rate secondo le possibilità di ognuno) più la spesa per il viaggio in missione.
Gli incontri si svolgeranno nella comunità Missionaria PIME, via Mompilieri, 4 – 95030 Massannunziata (Mascalucia) CT
Se sei interessato mettiti subito in contatto con i padri del PIME di Mascalucia o con l’ l’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria.

P. MARCO BENNATI
animazione.pm@gmail.com

P. GIOVANNI VETTORETTO
gvettoretto@yahoo.co

In allegato brochure

Corso per volontari assistenza infermi - Gennaio 2018

Ho la gioia di pubblicare il primo annuncio di una splendida iniziativa rivolta a tutti coloro che fattivamente vogliono prestare un po del loro tempo accanto ai malati sia che si trovino ricoverati negli ospedali o strutture sanitarie sia presso il loro proprio domicilio. Sarebbe auspicabile in tutte le parrocchie la presenza di volontari che siano espressione della cura amorevole della propria comunita' parrocchiale verso i fratelli e le sorelle malati, anziani e disabili. I volontari assistenza infermi non saranno I doppioni dei ministri straordinari della S.Comunione o dei ministri della consolazione che piu' strettamente sono operatori di pastorale della salute che prevalentemente hanno il compito di accompagnare spiritualmente I malati, ma invece saranno impegnati ad accudire amorevolmente I malati aiutandoli nei comuni atti quotidiani come aiutarli a mangiare, fargli compagnia dando ai familiari la possibilita' di allontanarsi per qualche necessaria commisione. Negli ospedali si occuperanno di quei malati che non hanno familiari che li assistono e quindi potranno affiancare il personale infermieristico. Potranno eventualmente accompagnare gli anziani, I disabili ad esempio Nelle proprie parrocchie per sevuire varie attivita' pastorali.... e molto altro....

Il corso si attiverà nel mese di Gennaio 2018

Sac. Mario Torracca

Direttore

Convegno Catechistico "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Popolo e pastori insieme, verso il Sinodo dei Vescovi"

Arcidiocesi di Catania
Ufficio Catechistico Diocesano
Ufficio per la Pastorale dei Giovani
Ufficio per la pastorale Scolastica
Centro Diocesano Vocazioni

Catania, 06/ 07/2017

Ai Presbiteri, ai Diaconi, alle Persone Consacrate, ai giovani, agli insegnanti di religione, ai Catechisti dell’Arcidiocesi

Loro sedi

Carissimi,
continuiamo il percorso di approfondimento dei luoghi della trasmissione della fede focalizzando la nostra attenzione sui giovani. L’annuale appuntamento del Convegno Catechistico, che vede ormai da alcuni anni la collaborazione di diversi uffici diocesani per realizzare una pastorale integrata, è organizzato dall’Ufficio Catechistico, dall’Ufficio per la Pastorale dei Giovani, dall’Ufficio per la Pastorale Scolastica, dal Centro Diocesano Vocazioni.
Il titolo è: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Popolo e pastori insieme, verso il Sinodo dei Vescovi. Tale scelta ci permette di inserirci nel cammino della Chiesa universale, in preparazione al prossimo Sinodo dei Vescovi.
L’obiettivo del Convegno sarà: motivare e stimolare i catechisti, gli educatori, i giovani, i presbiteri e i consacrati alla verifica ed alla progettazione, approfondendo i valori che ispirano la mistagogia come stile della Catechesi e della Pastorale Giovanile. Ciò è possibile attraverso l’ascolto concreto dei giovani, la riflessione e la condivisione di prospettive e di buone pratiche.
Il tema del Convegno sarà sviluppato in due tempi: quest’anno ascolto e verifica, lettura critica delle relazioni dei Vicariati sul questionario in preparazione al Sinodo; il prossimo anno: scelte e orientamenti pastorali – catechistici concreti.

Il Convegno si svolgerà il 26 e il 27 settembre p.v., e avrà come sede il Santuario della Madonna della sciara di Mompileri; il consueto incontro con per i presbiteri e i diaconi si terrà in Seminario martedì 26 dalle 9.30 alle 12.00.
Le due giornate saranno articolate secondo il seguente programma:

Martedì 26 settembre
Ore 9.30: incontro di formazione per presbiteri e diaconi presso il Seminario arcivescovile
In ascolto dei giovani…Io giovane in crescita; io giovane in rapporto alla fede; io giovane e il discernimento. (video-intervista e lettura critica delle relazioni dei Vicariati).
Come ascoltare i giovani? Prof.ssa Domenica Monaco.

Santuario della Madonna della sciara, Mompileri.
Ore 15.30: accoglienza ed iscrizione.
Ore 16.30: celebrazione dei Vespri.
Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania

Ore 17.00: introduzione al Convegno.
Don Gaetano Sciuto (UCD Catania)

Ore 17.15: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale: prospettiva catechetica-pastorale.
Don Domenico Luvarà s.d.b.

Ore 18.00: I giovani si raccontano…. CGS Life
Ore 18.30: Come ascoltare i giovani? Prof.ssa Domenica Monaco
Ore 19.30: Confronto con i relatori.
Ore 20.00: Conclusione.

Mercoledì 27 settembre
Santuario della Madonna della sciara, Mompileri.

Ore 16.00: celebrazione dei Vespri.
Ore 16.30: introduzione. Don Salvatore Gulisano (UPG Catania)
Ore 16.45: In ascolto dei giovani…Intervista ai giovani. (video-intervista, intervista dal vivo con alcuni ragazzi delle scuole superiori).
Ore 17.30: Io giovane in crescita; io giovane in rapporto alla fede; io giovane e il discernimento. Lettura critica delle relazioni dei Vicariati sul questionario in preparazione al Sinodo.
Ore 18.45: Confronto con i giovani.
Ore 19.15:Conclusioni.
Ore 19.45: Preghiera conclusiva.

Sarà possibile effettuare l’iscrizione online al Convegno, cliccando sul sito www.diocesi.catania.it

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScO_SRbZGNerDfByxk-sDAZ997-bhpuANisssfgOksVkaZUWg/viewform

nella finestra dell’Ufficio Catechistico.
Coloro che desiderano contribuire alle spese del convegno, potranno farlo al momento del ritiro della carpetta.

Nell’attesa di incontrarci al Convegno, vi salutiamo tutti cordialmente nel Signore.

sac. Gaetano Sciuto e l’equipe dell’UCD
sac. Salvo Gulisano e l’equipe dell’UPG e UPS
sac. Vincenzo Fatuzzo e l’equipe del CDV.

 

 

 

Il cammino delle Chiese di Sicilia verso Roma 2018

Ha raggiunto tutti i giovani di Sicilia, i parroci, i presbiteri, i diaconi, i religiosi e le religiose, i direttori diocesani di Pastorale giovanile e di Pastorale vocazionale e i tutti i Seminari dell'Isola il materiale che segnerà il ritmo della preparazione alla celebrazione del Sinodo dei vescovi su "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale". "Camminiamo insieme" è l'esortazione dell'Ufficio regionale per i Giovani e del Centro regionale per le Vocazioni che hanno sintetizzato in una brochure le iniziative siciliane che precedono e accompagnano l'evento. Il programma è pensato come un vero percorso a tappe lungo l'anno pastorale 2017 - 2018, a partire dalle attività estive destinate alla formazione dei giovani di Sicilia. I due Uffici della Conferenza Episcopale Siciliana propongono innanzitutto il 5° Percorso per gli Animatori nella Pastorale giovanile e vocazionale che si terrà a Baida (Palermo) dal lunedì 28 al mercoledì 30 agosto 2017 e che indicherà come esempio concreto di vita la beata Pina Suriano. "Vorremmo starvi accanto fino al 2018 e oltre, compagni sinodali e solidali, nel cammino verso l'incontro dei vescovi che vi riguarda direttamente. In questo viaggio - dicono don Dario Mostaccio e don Giuseppe Licciradi, direttori degli uffici regionali, rivolgendosi ai giovani -, abbiamo indicato alcune tappe per raggiungere l'obiettivo: cambiare la propria vita perché, per dirla con Paulo Coelho, 'quando si va verso un obiettivo, è molto importante prestare attenzione al cammino, che ci insegna sempre la migliore maniera di arrivare e ci arricchisce mentre lo percorriamo'. Vorremmo aiutarvi ad identificare una mappa che coinvolga la nostra esistenza, vorremmo - aggiungono - metterci in ascolto delle vostre storie per scorgervi la bellezza, lo stupore e la meraviglia dell'essere discepoli del Signore; vorremmo rintracciare le coordinate della vostra esistenza per intravedere Colui che è all'origine della vita e di ogni scelta di Amore". A far da bussola lungo la via è un coloratissimo pieghevole che contiene, oltre alle indicazioni sul cammino universale e su quello della Chiesa italiana, tutti "i passi" che la Chiesa Siciliana ha programmato verso il Sinodo del 2018: un momento formativo nel prossimo novembre; il momento dell'incontro e del dialogo che ciascuna diocesi, in sintonia e sinergia, vivrà nella Quaresima 2018; il momento propositivo, prima con un pellegrinaggio e un raduno regionale dei Giovani con i Vescovi delle Chiese di Sicilia nella primavera del prossimo anno e poi con veglia di preghiera dei giovani italiani alla vigilia del Sinodo, a Roma, l'agosto dello stesso anno.

   Lettera di presentazione del cammino

Pagine