Articolo in prima

La messa in Cattedrale per le Forze armate L’ARCIVESCOVO: “SOLO NELLA PACE C’È LA VITA”

Ufficio Comunicazioni Sociali

La messa in Cattedrale per le Forze armate

L’ARCIVESCOVO: “SOLO NELLA PACE C’È LA VITA”

Giovedì 21 marzo nella Basilica Cattedrale l’arcivescovo di Catania, monsignor Luigi Renna, ha presieduto una concelebrazione eucaristica per le Forze armate. “Solo nella pace c’è la vita, nelle armi una escalation di vendetta e di morte”, ha detto l’arcivescovo nell’omelia. Alla liturgia, per celebrare la Pasqua “di coloro che sono i custodi e i costruttori del bene comune”, erano presenti il prefetto di Catania, il questore, le autorità militari ed esponenti della magistratura e del mondo della cultura. Ecco una sintesi dell’omelia di monsignor Renna.

“In molte parti del mondo, in questi giorni importanti per la vita cristiana, quelli nei quali si celebra la Passione, Morte e Risurrezione di Cristo, si subisce e si dà la morte, in una triste storia che si ripete, soprattutto in quella Terra dalla quale è partita ed è iniziata la storia della salvezza, e che noi chiamiamo Santa”. (…) “Non possiamo non farci attenti al messaggio evangelico che risuona più forte in questi giorni in cui ci facciamo gli auguri pasquali e, accanto al bene che ci auguriamo, vogliamo custodire e diffondere un pensiero che è cristiano e proprio di coloro che il Vangelo stesso chiama gli uomini di buona volontà”. (…)

“Il vangelo ci narra che dopo la cena che Gesù condivide con i suoi discepoli, Giuda si reca con i soldati del Tempio per far arrestare il Maestro. I soldati sono guidati dal discepolo, che Gesù accoglie con una parola disarmata: Amico. Gesù si lascia arrestare, perché vuole andare incontro alla violenza percorrendo una strada che fino ad allora nessuno aveva percorso. Dice parole di pace mentre è nella mischia; le ripete dopo che, risorto, mostra i segni della violenza che ha subito. Pace e solo pace, perché solo nella pace c’è la vita, nelle armi una escalation di vendetta e di morte. È una dura verità, che forse si dimentica o forse coloro che vogliono affidarsi solo alla forza delle armi a volte dimenticano, alzando sempre di più la posta”.

(…) “Oggi assistiamo ad un ritorno di passione per le armi che va al di là della legittima difesa: per molti giovani esse sono un mito, per molte famiglie un oggetto pericoloso da esibire; la tentazione è che dal punto di vista legislativo si arrivi ad una liberalizzazione che provochi poi quelle stragi che tante volte avvengono nei Paesi dove c’è un uso indiscriminato; la strategia del terrore non è una soluzione e quelle parole di Cristo ci guidino, nel tempo in cui armi sempre più sofisticate e in possesso di uomini senza scrupoli non accelerano i processi di pace, ma li accelerano e li esasperano”. (…)

Mentre preghiamo per la pace, mentre invochiamo accordi e trattati che riconoscano la giusta dignità di ogni popolo coltiviamo la pace nel nostro Paese, un giusto uso delle armi, un maggiore rigore nei confronti di atteggiamenti che possono turbare una già precaria pace sociale. La pasqua comincia dalla pace, perché quella della croce è una storia di violenza che Cristo ha voluto sconfiggere non certo con la spada”. (…) “Infine, voglio lasciarvi una citazione di don Tonino Bello: Sembra quasi che il Signore il giorno del Venerdì santo abbia scavato con la Croce, quasi servendosi di una trivella un pozzo artesiano dove c’è l’acqua. Il giorno di Pasqua poi, questo pozzo lo ha consegnato alla Chiesa, ai suoi apostoli: Vi lascio la pace; adesso questa pace datela al mondo, canonizzatela, fatela filtrare fino alle estreme periferie della terra.” (T. BELLO, Pasqua terra di pace, 24.3.86)”.

A CATANIA QUARESIMA E PASQUA CON I “VESPERALI” ITINERARI DI MUSICA, ARTE E FEDE

Ufficio Comunicazioni Sociali

A CATANIA QUARESIMA E PASQUA CON I “VESPERALI”
ITINERARI DI MUSICA, ARTE E FEDE
Sabato 23 marzo due nuovi momenti dei “Vesperali”, gli itinerari di musica, arte e fede promossi dall’arcidiocesi di Catania. Alle ore 19,30 nella Chiesa di San Biagio si esibirà la Schola Cantorum Aetnensis di Zafferana Etnea e alle ore 21,00 nella Chiesa di Sant’Orsola il Coro Missionario Maria Immacolata di Catania.
Domenica 24 marzo alle ore 17,30 nella Chiesa della Badia di Sant’Agata concerto della Corale Canticum Vitae di Belpasso.
Il 7 aprile alle ore 20,00 nella Chiesa Sacro Cuore ai Cappuccini concerto del Coro Polifonico Sturm und Drang di Paternò.
Il 4 maggio alle ore 19,30, invece, nella Basilica Cattedrale di Sant’Agata si terrà un concerto della Cappella Musicale del Duomo.
L’ultimo appuntamento dei “Vesperali” è previsto il 19 maggio alle ore 20,00 nella Basilica Colleggiata S. M. dell’Elemosina con un concerto della Schola Gregoriana Aetnensis Gaetano Zito di Catania.

11-14-18 Marzo 2024 presso il Museo Diocesano di Catania il corso di formazione per volontari Caritas

Caritas Catania

Carissimi,
la presente per comunicare che in data 11-14-18 Marzo 2024 si terrà presso il Museo Diocesano di Catania il corso di formazione per volontari Caritas.
Si precisa che tale corso è da ritenersi obbligatorio per tutti coloro che si apprestano per
la prima volta al servizio di volontariato in Caritas.
Inoltre è da ritenersi obbligatorio, per proseguire l’attività di volontariato in Caritas, anche per coloro che, pur avendo già iniziato il percorso di volontariato, non hanno avuto la possibilità di seguire i precedenti corsi.

In allegato il programma del corso.

Cordialmente
Segreteria Caritas

Un volume di Gaetano Zito sul cardinale Dusmet

Ufficio Comunicazioni Sociali

Un volume di Gaetano Zito sul cardinale Dusmet
Sabato 9 marzo, alle ore 19,00, nel monastero di San Benedetto in via Crociferi a Catania verrà presentato il volume postumo di monsignor Gaetano Zito sul beato cardinale arcivescovo di Catania Giuseppe Benedetto Dusmet, dal titolo “Esemplare per prudenza e carità”. L’evento, promosso dall’arcidiocesi di Catania in collaborazione con le edizioni “il Pozzo di Giacobbe”, il Centro culturale “San Paolo” e la libreria “San Paolo” vedrà la partecipazione di Sergio Tanzarella (docente di Storia del Cristianesimo), dell’arcivescovo di Catania Luigi Renna, dell’abate del monastero di San Martino delle Scale Vittorio Rizzone e di Arianna Rotondo (docente di Storia del Cristianesimo).

L’equipe diocesana di Pastorale Giovanile per il Tempo di Quaresima ha pensato di offrire ai giovani della nostra diocesi 3 strumenti, per accompagnare la preghiera personale e i momenti comunitari di gruppo

Ufficio per la pastorale dei Giovani

L’equipe diocesana di Pastorale Giovanile per il Tempo di Quaresima ha pensato di offrire ai giovani della nostra diocesi 3 strumenti, per accompagnare la preghiera personale e i momenti comunitari di gruppo.
- Itinerario di Quaresima “Alla luce del sole”.
Una rilettura del Vangelo delle cinque domeniche a partire dalla vita del Beato don Pino Puglisi.
“Dio, Padre misericordioso”.
- Un testo per vivere una liturgia penitenziale interparrocchiale nei vicariati.
- Via Crucis, un testo per meditare dove giunge l’amore del Padre.
Buon cammino quaresimale, con l’augurio di lasciarci incontrare da Gesù morto e risorto, per ripartire con coraggio e donare speranza in questo momento storico in cui ci troviamo a vivere.

Pagine

Subscribe to RSS - Articolo in prima