Articolo in prima

Convegno Catechistico Diocesano 24 / 25 giugno 2016

Ufficio Catechistico - Ufficio per la Pastorale della Famiglia

Carissimi  tutti,
l’annuale appuntamento del Convegno Catechistico Diocesano, che dallo scorso anno vede la collaborazione dell’Ufficio Catechistico e dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia, sarà celebrato il 24 e il 25 giugno c.a.

Insieme all’Arcivescovo e ai Vicari Foranei abbiamo pensato di anticipare il Convegno a questa data, per dare la possibilità alle nostre comunità di programmare il nuovo anno catechistico a partire dalle indicazioni proposte durante i due giorni di studio. In continuità con l’argomento trattato lo scorso anno, vorremmo riflettere su questo tema: GENITORI e FIGLI e PARROCCHIA: una relazione tra famiglia e comunità durante il tempo dell’iniziazione cristiana (cfr. IG 59-60).
Dopo il convegno dello scorso anno, desideriamo tentare di dare una risposta concreta alle domanda che continuamente ci poniamo, perché le nostre comunità possano divenire oasi di accoglienza e di misericordia per tutti i genitori, qualunque situazioni essi vivano:

  • cosa possiamo proporre ai genitori?
  • Come si prepara un incontro per i genitori? Quali contenuti, metodi e strategie?
  • Cosa dobbiamo fare in concreto?

Non esiste una risposta esatta e neppure una ricetta che vada bene dovunque; tuttavia vorremmo tentare di offrire strumenti concreti per progettare gli itinerari per e con i genitori.
Un cambio di prospettiva che crediamo essere fondamentale e su cui vorremmo ulteriormente lavorare, è quella di passare dalla catechesi offerta ai genitori ad itinerari con i genitori e i figli; da una parrocchia che propone dall’alto, ad una comunità costituita, per quello che è possibile, dai genitori, dai figli, e dai catechisti-accompagnatori che insieme scelgono il percorso da intraprendere.

Il relatore del Convegno sarà don Giorgio Bezze, direttore UCD di Padova e collaboratore dell’UCN. 

Il convegno si terrà presso il Santuario della Madonna della sciara di Mompileri

con il seguente calendario:

Venerdì 24 giugno

  • ore 9,30: incontro dedicato ai presbiteri e ai diaconi;
  • ore 15,30 accoglienza e iscrizione;
  • ore 16,30 preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30.

Sabato 25 giugno

  • ore 16,30: accoglienza;
  • ore 17.00: preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30 con il mandato ai catechisti conferito dall’Arcivescovo.  
  •  

Iscrizioni:
Iscrizione ON LINE (clicca su questa riga, accederai direttamente al modello di iscrizione)

Coloro che desiderano contribuire alle spese del convegno, potranno farlo al momento del ritiro della carpetta.  
Nell’attesa di incontrarci al Convegno, vi salutiamo tutti cordialmente nel Signore.
    
sac. Gaetano Sciuto e l’equipe dell’UCD
sac. Salvo Bucolo, Rosetta e Giorgio Amantia e l’equipe UPF. 

«Non temere piccolo gregge» (Lc 12,32) Conservare la speranza in un tempo di crisi

ARCIDIOCESI DI CATANIA XIX - Settimana Biblica 3 - 6 luglio 2019

Arcidiocesi di Catania

XIX Settimana Biblica    3 - 6 luglio 2019

«Non temere piccolo gregge» (Lc 12,32)

Conservare la speranza in un tempo di crisi

Il Centro Biblico Diocesano Verbum Domini, offre una Settimana biblica secondo un collaudato cammino di studio e di preghiera. Sono coordinati da don Giuseppe Bellia, direttore del Centro biblico, da p. Luca Bassetti, docente di Sacra Scrittura nella studio Teologico versiliano e da fra’ Tommaso Bernacchia della comunità della Piccola famiglia dell’Annunziata di Bologna. Come sempre l’iniziativa è diretta a presbiteri, diaconi, religiosi, catechisti, insegnanti di religione e a quanti hanno il desiderio di crescere nella conoscenza della Parola.

Gli incontri iniziano mercoledì 3 luglio (ore 15,30)

e si concludono sabato 6 luglio (ore 12,30).

Si svolgeranno presso la Casa Generalizia delle Suore Domenicane del Sacro Cuore di Gesù, in Via S. Nullo 46, sulla circonvallazione di Catania (direzione Ovest). Sono disponibili 50 camere. Il costo della pensione è di 40 €. in doppia e di 45 €. per la singola. Il costo dei singoli pasti è di 13 €. L’iscrizione rimane invariata (€. 20). La richiesta dovrà pervenire in tempo utile al diacono Giuseppe Gangemi, all’indirizzo di posta elettronica: iosegangemi@gmail.com (oppure telefonando al 340.2618916). Gli Aspiranti Insegnanti di Religione (che riceveranno l’attestato), devono scrivere al diacono Carlo Pappalardo, all’indirizzo: carlo_pappalardo53@hotmail.it specificando: cognome, nome, data e luogo di nascita e nr. di telefono (oppure telefonare allo 095 435863, dalle 20,00 alle 22,00)

In allegato programma

Domenica 23 giugno 2019

Solennità del Corpus Domini

Domenica 23 giugno 2019 p. v. è la solennità del "Corpus Ddomini".

La solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Arcivescovo nelle Basilica Cattedrale avrà inizio alle ore 18.30.

Seguirà la processione  Eucaristica cittadina che si concluderà sul sagrato antistante la Chiesa di San Biagio.

In allegato le indicazioni per la celebrazione e la piantina della Cattedrale.

Omelia dell'Arcivescovo in occasione dell'annuale pellegrinaggio della Diocesi al Santuario della Madonna della Sciara di Mompileri - Mascalucia (Ct)

Arcidiocesi di Catania

In allegato omelia dell'Arcivescovo in occasione dell'annuale pellegrinaggio della Diocesi al Santuario della Madonna della Sciara di Mompileri - Mascalucia (Ct)

Veglia di Pentecoste delle Aggregazioni Laicali celebrata sabato sera presso la Parrocchia San Pio X.

Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali

 Veglia di Pentecoste delle Aggregazioni Laicali celebrata sabato sera presso la Parrocchia San Pio X.

Alla Concelebrazione presieduta dall'Arcivescovo erano presenti più di 400 fratelli e sorelle appartenenti a movimenti e associazioni operanti in Diocesi.

A conclusione della liturgia è stato letto il documento allegato che rappresenta la risposta della Consulta delle Aggregazioni Laicali all'invito "Voi restate in città".

Ordinazione episcopale di Mons. Giuseppe Schillaci

Comunicato dell'Arcivescovo

Carissime/i,

Venerdì 24 maggio u.s., insieme ai Vicari foranei, in occasione di incontro straordinario, abbiamo scambiato delle idee circa la prossima ordinazione episcopale di Mons. Giuseppe Schillaci. Di seguito alcune indicazioni emerse in quella sede e che ci aiuteranno a vivere al meglio questo evento di grazia che coinvolge anche la nostra Chiesa di Catania.

1. L'ordinazione episcopale avverrà nella Cattedrale di Lamezia Terme sabato 6 luglio ore 17:00. La celebrazione di svolgerà all'aperto.

2. Ci prepareremo a questo momento giovedì 4 luglio ore 20,00 con una veglia di preghiera in seminario aperta a tutti e in particolare ai membri dell'OVS, del Serra Club, del Consiglio pastorale diocesano. A conclusione presenteremo gli auguri a Mons. Schillaci.

3. Per chi volesse prendere parte all'ordinazione episcopale a Lamezia Terme, potrà mettersi in contatto con il Seminario (095.333331) per comunicare la propria adesione e quella dei fedeli che vorranno accompagnarlo.

Si partirà dal seminario alle ore 8,00 di sabato 6 luglio con apposito servizio di pulman (costo a persona Euro 25,00). Si potrà consumare il pranzo a sacco presso degli appositi spazi messi a disposizione dalle parrocchie di Lamezia Terme. E' prevista pure la possibilità di pranzare presso un apposito ristorante con un costo aggiuntivo di Euro 5,00. Al termine della celebrazione si farà rientro a Catania.

Per informazioni logistiche più dettagliate, vi invito a contattare direttamente il Seminario (095.333331) entro il 30 giugno p.v..

4. Esprimeremo il nostro affetto a Mons. Schillaci, oltre che con la nostra presenza ai momenti suddetti, anche con un segno tangibile che consegneremo al termine della veglia del 4 luglio. Chi volesse partecipare, può consegnare una libera offerta al Sig. Furnari presso gli uffici della Curia entro il 30 giugno p.v..

Presentazione libro “Un altro Risorgimento. Alle origini della Azione Cattolica per una biografia di Giovanni Acquaderni”

Azione Cattolica Italiana

Lo storico Ernesto Preziosi presenterà, venerdì 7 giugno alle ore 17.30 presso la libreria San Paolo - Catania, la sua ultima fatica di ricerca “Un altro Risorgimento. Alle origini della Azione Cattolica per una biografia di Giovanni Acquaderni” ( edizione San Paolo,2018).
Il libro racconta la biografia di Giovanni Acquaderni , giovane bolognese che insieme a Mario Fani, fondò  nella seconda  metà dell’Ottocento  ( 1867), la Società della Gioventù  Cattolica, primo nucleo di quello che diventerà poi l’Azione Cattolica.

“COME SE VEDESSERO l’INVISIBILE”: MARIA CHIARA MANGIACAVALLO TESTIMONIAL DEL 6° PERCORSO PER ANIMATORI VOCAZIONALI

Centro regionale per le Vocazioni

"Come se vedessero l'infinito" è il titolo della sesta edizione del Pav, il Percorso per animatori vocazionali che si svolgerà a Mascalucia (CT) dal 26 al 28 luglio 2019. Ad organizzarlo è il Centro regionale per le Vocazioni della Conferenza episcopale siciliana.

Come ogni anno, gli educatori, le equipe vocazionali e di Pastorale giovanile, i catechisti, ma anche i presbiteri e i diaconi, i consacrati e le consacrate di Sicilia, i seminaristi e i novizi, le coppie di sposi, i giovani che prenderanno parte al Percorso per animatori vocazionali 2019 saranno accompagnati da una figura di riferimento. In questa sesta edizione, la testimonial scelta nell’ambito dell’appuntamento dal titolo “Come se vedessero l’invisibile” sarà Maria Chiara Mangiacavallo (1985 – 2015).

La sua è quella che mons. Guglielmo Giombanco, vescovo di Patti e delegato CESi per le Vocazioni, definisce una “forte testimonianza di fedeltà a Cristo e al Vangelo“: Maria Chiara era una giovane siciliana della Chiesa di Agrigento che “con la sua vita breve e intensa ha fatto risplendere la luce di Dio nel mondo. È la luce dell’amore che dona nuove ragioni di vita – continua mons. Giombanco – , che motiva le scelte e orienta l’esistenza verso nuovi orizzonti“.

In sintonia con il ritratto offerto dal vescovo delegato, il sottotitolo dell’evento: “Vuoi risplendere?”.

La presentazione dell'”esempio di speranza custodita nel cuore, perché suscitata dalla fede e dell’amore per vivere la vita come cammino di libertà verso il dono di sé” è importante ed utile, secondo gli organizzatori, per quanti intendono formarsi alla cultura vocazionale per essere, nei propri ambienti, “promotori delle vocazioni e accompagnatori spirituali per un serio discernimento“.

La consapevolezza che Qualcuno ci ha chiamati all’esistenza per un atto di amore – per mons. Giombanco – crea in noi la capacità di amare e di donarci. Tale capacità è il riflesso del Suo essere intimo ed è il segno della nostra misteriosa appartenenza a Lui“.

In allegato pieghevole

Pagine

Subscribe to RSS - Articolo in prima