Articolo in prima

Convegno Catechistico Diocesano 24 / 25 giugno 2016

Ufficio Catechistico - Ufficio per la Pastorale della Famiglia

Carissimi  tutti,
l’annuale appuntamento del Convegno Catechistico Diocesano, che dallo scorso anno vede la collaborazione dell’Ufficio Catechistico e dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia, sarà celebrato il 24 e il 25 giugno c.a.

Insieme all’Arcivescovo e ai Vicari Foranei abbiamo pensato di anticipare il Convegno a questa data, per dare la possibilità alle nostre comunità di programmare il nuovo anno catechistico a partire dalle indicazioni proposte durante i due giorni di studio. In continuità con l’argomento trattato lo scorso anno, vorremmo riflettere su questo tema: GENITORI e FIGLI e PARROCCHIA: una relazione tra famiglia e comunità durante il tempo dell’iniziazione cristiana (cfr. IG 59-60).
Dopo il convegno dello scorso anno, desideriamo tentare di dare una risposta concreta alle domanda che continuamente ci poniamo, perché le nostre comunità possano divenire oasi di accoglienza e di misericordia per tutti i genitori, qualunque situazioni essi vivano:

  • cosa possiamo proporre ai genitori?
  • Come si prepara un incontro per i genitori? Quali contenuti, metodi e strategie?
  • Cosa dobbiamo fare in concreto?

Non esiste una risposta esatta e neppure una ricetta che vada bene dovunque; tuttavia vorremmo tentare di offrire strumenti concreti per progettare gli itinerari per e con i genitori.
Un cambio di prospettiva che crediamo essere fondamentale e su cui vorremmo ulteriormente lavorare, è quella di passare dalla catechesi offerta ai genitori ad itinerari con i genitori e i figli; da una parrocchia che propone dall’alto, ad una comunità costituita, per quello che è possibile, dai genitori, dai figli, e dai catechisti-accompagnatori che insieme scelgono il percorso da intraprendere.

Il relatore del Convegno sarà don Giorgio Bezze, direttore UCD di Padova e collaboratore dell’UCN. 

Il convegno si terrà presso il Santuario della Madonna della sciara di Mompileri

con il seguente calendario:

Venerdì 24 giugno

  • ore 9,30: incontro dedicato ai presbiteri e ai diaconi;
  • ore 15,30 accoglienza e iscrizione;
  • ore 16,30 preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30.

Sabato 25 giugno

  • ore 16,30: accoglienza;
  • ore 17.00: preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30 con il mandato ai catechisti conferito dall’Arcivescovo.  
  •  

Iscrizioni:
Iscrizione ON LINE (clicca su questa riga, accederai direttamente al modello di iscrizione)

Coloro che desiderano contribuire alle spese del convegno, potranno farlo al momento del ritiro della carpetta.  
Nell’attesa di incontrarci al Convegno, vi salutiamo tutti cordialmente nel Signore.
    
sac. Gaetano Sciuto e l’equipe dell’UCD
sac. Salvo Bucolo, Rosetta e Giorgio Amantia e l’equipe UPF. 

Assemblea della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali.

Consulta delle aggregazioni laicali

Carissimi,

Ai membri della Consulta delle aggregazioni laicali

vi comunichiamo che giovedì 14 dicembre 2017 alle ore 18 presso la sede del Movimento Pro Sanctitate, Via Feletti 2 angolo via A. Longo (Chiesa San Nicolò al Borgo) Catania, è convocata l’assemblea della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali.

All’assemblea interverrà don Francesco Bontà, salesiano, parroco a Santa Maria delle Salette e Cappellano del carcere minorile di Catania Bicocca, che ha manifestato il desiderio di incontrare i rappresentanti delle aggregazioni laicali della diocesi.

Don Francesco, in una lettera indirizzata alla Consulta dopo un incontro avuto con la Segreteria, in sintesi riferiva del suo impegno con giovani e carcerati provenienti in massima parte da Librino e San Cristoforo e del bene che vorrebbe fare a questi ragazzi. Così ha pensato alle aggregazioni laicali che con la loro ricchezza, insieme a tutta l’equipe educativa dell’Istituto Penale per minori, possono svolgere delle attività dentro e fuori l’Istituto.

Per questo, a seguito dell’intervento di don Francesco, è previsto un dialogo con l’assemblea da cui potrebbero nascere proposte ed iniziative da condividere in risposta alle richieste da lui espresse.

-------------------

Cogliamo l’occasione per invitare le aggregazioni a versare, qualora non l’abbiano già fatto e secondo le possibilità di ciascuna, il contributo annuo previsto per finanziare le attività della Consulta. A questo proposito sarà presentato un rendiconto economico aggiornato.

Inoltre, invitiamo ad aggiornare il quadro dei rappresentanti di ciascuna aggregazione (Presidente/Responsabile e Delegato per la Consulta) indicando nominativi, indirizzi, recapiti telefonici e indirizzi email. Auspichiamo che ciascun rappresentante possieda un indirizzo di posta elettronica, in modo da facilitare le comunicazioni, ed informiamo che è attivo un gruppo Whatsapp, che sarà via via aggiornato, per veloci comunicazioni riguardanti le attività della Consulta e di ciascuna aggregazione.

Nell’attesa di incontrarci inviamo fraterni saluti

Il Segretario Salvatore Casabianca 

Il Delegato arcivescovile Mons. Alfio Reina Arcidiocesi di Catania

Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali

Oggi, devo fermarmi a casa tua!

Pastorale Universitaria

In prossimità del Natale, martedì 12 dicembre è stato organizzato un ritiro di Avvento per il mondo universitario presso la cappella dei Padri Gesuiti, in Via Pantano 42, dal titolo Oggi, devo fermarmi a casa tua! È un’occasione per riflettere e pregare insieme sul valore del Natale attraverso l’incontro di Gesù con Zaccheo (Lc 19,1-10).

Incontro Unitario

L' Azione Cattolica DIOCESANA SI RACCONTA ...

L' AC DIOCESANA SI RACCONTA ...

L'incontro unitario "Con un SÌ tra le dita,in cammino verso il Natale ", si svolgerà Sabato 16 Dicembre a Paternò presso la Chiesa Madre S.Maria Dell'alto, collina storica.

Guardando alla bellezza della nostra Storia Diocesana e al futuro senza nostalgia del passato,ascolteremo le testimonianze dei presidenti Diocesani che in questi anni,hanno servito la nostra famiglia associativa!
Sarà,anche un momento unitario per scambiarci gli auguri di Natale e darci appuntamento al 17 Febbraio per la grande festa dei 150 anni!

La presidenza Diocesana invita le associazioni parrocchiali a non svolgere il consueto incontro dell'ACR e del Settore Giovani per consentire la partecipazione degli educatori all'incontro!

Arresto del Sac. Pio Guidolin

Arcidiocesi di Catania

L'Arcidiocesi di Catania ha appreso dagli organi di stampa dell'avvenuto arresto del Sac. Pio Guidolin disposto dalla Procura della Repubblica di Catania per violenza sessuale su minori.
L'Arcidiocesi, venuta a conoscenza delle accuse mosse nei riguardi del Guidolin, nel rispetto e nell'osservanza delle disposizioni canoniche in materia, aveva subito adottato nei suoi confronti gli opportuni provvedimenti cautelari, quali un'indagine previa sui fatti con immediato allontanamento dalla parrocchia e il non conferimento di altri incarichi ministeriali.
Aveva dato, altresì, avvio ad un procedimento penale amministrativo canonico presso il Tribunale Ecclesiastico conclusosi con la condanna del Guidolin alla pena della dimissione dallo stato clericale. Avverso tale provvedimento egli ha proposto ricorso, ancora pendente, innanzi la Congregazione per la Dottrina della Fede.
L'Arcidiocesi continua ad esprimere solidarietà alle famiglie delle persone offese ed auspica che anche l'Autorità giudiziaria dello Stato possa fare chiarezza sulla vicenda.

Catania, 1 dicembre 2017

 

“Affettività e sessualità nella disabilità: tra etica, scienza e diritti”

Fondazione ODA OPERA DIOCESANA ASSISTENZA

Fondazione ODA OPERA DIOCESANA ASSISTENZA

(Ente Morale Decreto Arcivescovile 07-03-1962 * D.P.R. 24-04-1963 n.809 * Reg. Pers. Giuridiche n. 95 Prefettura di Catania)

Partita I.V.A. e Codice Fiscale 00527020879

“Affettività e sessualità nella disabilità: tra etica, scienza e diritti”

Sabato 2 dicembre 2017

Sala convegni, Blocco 2 - Presidio riabilitativo ODA “F.lli A. e V. Pecorino Paternò” Via S. Nullo, 24 - Catania 9:00 – 13:00

In occasione della Giornata internazionale della disabilità, che si celebra domenica 3 dicembre, la Fondazione ODA di Catania organizza un seminario multidisciplinare per affrontare un argomento ancora ostaggio di tabù. Catania, 29 novembre 2017 – Esiste il diritto alla sessualità di una persona con disabilità? Esiste eccome, ed è paradossale che ancora si intenda il disabile quale individuo asessuato, eterno bambino privo (in quanto privato dalla disabilità) di una dimensione umana completa e sfaccettata, che possa contemplare non solo pulsioni ma sentimenti, bisogno di affettività e intimità. Una banalizzazione culturale, che non ha basi scientifiche e che confligge con la visione olistica del disabile, cui le più moderne metodologie riabilitative tendono piuttosto ad assicurare condizioni globali di benessere e non più semplici interventi di tipo assistenziale.

Per scardinare la cortina di silenzio e ipocrisia che circonda questo argomento occorre promuovere il dibattito. Farlo però non è semplice: riconoscere l’esistenza di una dimensione affettiva e sessuale nella disabilità significa prima di tutto fare i conti con il disagio che il tema crea non solo tra gli operatori e le famiglie ma anche nell’opinione pubblica. Ecco perché l’Opera Diocesana Assistenza di Catania sente di dover offrire il proprio contributo, forte di quasi sessant’anni di esperienza nel campo dell’assistenza e della riabilitazione, e lo farà sabato 2 dicembre con il seminario “Affettività e sessualità nella disabilità”, che si terrà nel salone delle riunioni del Presidio di riabilitazione ODA “Fratelli A. e V. Pecorino Paternò” a partire dalle ore 9:00.

La data non è casuale: il 3 dicembre si celebra infatti la Giornata internazionale della disabilità, occasione privilegiata per creare un momento di confronto e dialogo su un tema così complesso e delicato, partendo da un approccio rigoroso e multidisciplinare. Obiettivo: sgombrare il campo dagli equivoci e dagli stereotipi, tenendo conto della specificità che ogni diversa forma di disabilità (psichica, motoria, fisica, sensoriale, congenita e non) porta in dote. Un dibattito a più voci, quello che la Fondazione ODA di Catania intende promuovere e lo fa da un punto di osservazione privilegiato: i suoi quattro Centri di riabilitazione, i luoghi in cui materialmente ogni giorno medici, educatori, operatori, terapisti, psicologi e infermieri si confrontano con la questione, avendo anche il delicato compito di dialogare con le famiglie. Le Strutture saranno rappresentate dai rispettivi Direttori medici responsabili: Gabriella Bonaccorsi, neuropsichiatra infantile; Antonella Ignoto, neurologa; Grazia Trovato, neuropsichiatra infantile; Giusi Romeo, neuropsichiatra infantile. Al seminario interverrà anche l’Asp 3 di Catania, rappresentata da Marco Ciriacono, neurologo, fisiatra e direttore U.O.C. Handicap, e da Maria Concetta Cannella, psicologa e direttrice U.O.C. Servizi di Psicologia. Focus anche su affettività e sessualità nell’autismo, che saranno al centro dell’intervento di Domenico Mazzone, neuropsichiatra infantile, già docente di Neuropsichiatria infantile alla Facoltà di Medicina dell’Università di Catania e direttore della Scuola di specializzazione. Spazio poi ai “protagonisti”: famiglie e disabili stessi daranno voce alle storie di solitudine e disagio di chi si trova a dover fare i conti con i bisogni individuali e dei propri cari, in un contesto sociale ancora assai impreparato a riconoscere piena dignità al patrimonio emotivo dei disabili. In questo senso, si pronunceranno Rosi Marino, presidente dell’associazione Geshan – Genitori soggetti handicappati, e Salvo Mirabella, presidente dell’associazione “Come Ginestre”. Il seminario sarà introdotto da S.E.R. Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo metropolita di Catania, e moderato da Padre Antonino Sapuppo, docente di Teologia morale e bioetica allo Studio teologico San Paolo di Catania.

Pagine

Subscribe to RSS - Articolo in prima