Articolo in prima

Campo Giovani Vocazionale Diocesano 2022 – Fare la storia...quale storia?

Centro Diocesano Vocazioni in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale dei Giovani

Campo Giovani Vocazionale Diocesano 2022 – Fare la storia...quale storia?

Con l’entusiasmo e la carica che ci ha donato la Solennità della SS. Trinità, vissuta, splendidamente, ad Adrano nella Festa Diocesana dei Giovani, guardiamo con altrettanto entusiasmo al tempo estivo.

Nei due anni precedenti non ci siamo lasciati abbattere dalla crisi pandemica ma abbiamo voluto ugualmente lanciare la proposta del Cammino Vocazionale, vissuto nell’arco di una giornata, percorrendo i magnifici sentieri del Parco dell’Etna.

Quest’anno finalmente riprendiamo la fantastica esperienza del Campo Vocazionale Diocesano insieme ai giovani adulti della nostra Arcidiocesi, verso i quali vogliamo sempre più riservare una specialissima attenzione, affinché possano aprirsi alla vita che hanno dinanzi con slancio, consapevolezza e coraggio ... nella fede, per un autentico discernimento vocazionale.

Il Campo Giovani Vocazionale Diocesano 2022, organizzato dal Centro Diocesano Vocazioni in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale dei Giovani, rivolto a tutti i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 30 anni, dal titolo Fare la storia...quale storia?, si svolgerà dal 23 al 27 agosto presso la casa “ODAR”, sita a Milo (CT) in Via Algerazzi 29/b.

Il tema di quest’anno conclude e completa il cammino triennale proposto dall’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni e ci sollecita a guardare alla vita non in maniera passiva, talvolta segnata da pigrizie e mollezze, ma con tutta quella passione necessaria e sufficiente che permette di mettere in gioco i doni e talenti di ciascuno, nella ferma certezza che «l’amore dev’essere messo più nei fatti che nelle parole», secondo l’indicazione di Sant’Ignazio di Loyola. «Lungi dal declinarsi in un mero attivismo, – afferma Don Michele Gianola, Direttore UNPV – fare la storia, fare la vocazione, significa immergersi nell’oggi senza timori né paure per ascoltarne gli appelli, per intuire nei rivoli del tempo la voce dello Spirito che invita e domanda una risposta. Sono là, nella realtà, i luoghi e i volti delle persone per i quali e insieme alle quali riconoscere la possibilità di donare la vita per amore, di spenderla, versarla perché possa diventare vita a sua volta, generare nuova storia, portare avanti il Regno di Dio».

Per iscriversi basta seguire le istruzioni presenti nella scheda d’iscrizione allegata o scaricabile dal sito internet dell’Arcidiocesi www.diocesi.catania.it. Le schede d’iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre il 18 agosto c.a.

Per qualsiasi altra informazione è possibile contattare il Centro Diocesano Vocazioni al numero 342.39.31.748 o all’indirizzo cdv@diocesi.catania.it.

Un caro e fraterno saluto a tutti!

Don Ugo Rapicavoli e l’equipe del CDV

Convegno Catechistico Diocesano 24 / 25 giugno 2016

Ufficio Catechistico - Ufficio per la Pastorale della Famiglia

Carissimi  tutti,
l’annuale appuntamento del Convegno Catechistico Diocesano, che dallo scorso anno vede la collaborazione dell’Ufficio Catechistico e dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia, sarà celebrato il 24 e il 25 giugno c.a.

Insieme all’Arcivescovo e ai Vicari Foranei abbiamo pensato di anticipare il Convegno a questa data, per dare la possibilità alle nostre comunità di programmare il nuovo anno catechistico a partire dalle indicazioni proposte durante i due giorni di studio. In continuità con l’argomento trattato lo scorso anno, vorremmo riflettere su questo tema: GENITORI e FIGLI e PARROCCHIA: una relazione tra famiglia e comunità durante il tempo dell’iniziazione cristiana (cfr. IG 59-60).
Dopo il convegno dello scorso anno, desideriamo tentare di dare una risposta concreta alle domanda che continuamente ci poniamo, perché le nostre comunità possano divenire oasi di accoglienza e di misericordia per tutti i genitori, qualunque situazioni essi vivano:

  • cosa possiamo proporre ai genitori?
  • Come si prepara un incontro per i genitori? Quali contenuti, metodi e strategie?
  • Cosa dobbiamo fare in concreto?

Non esiste una risposta esatta e neppure una ricetta che vada bene dovunque; tuttavia vorremmo tentare di offrire strumenti concreti per progettare gli itinerari per e con i genitori.
Un cambio di prospettiva che crediamo essere fondamentale e su cui vorremmo ulteriormente lavorare, è quella di passare dalla catechesi offerta ai genitori ad itinerari con i genitori e i figli; da una parrocchia che propone dall’alto, ad una comunità costituita, per quello che è possibile, dai genitori, dai figli, e dai catechisti-accompagnatori che insieme scelgono il percorso da intraprendere.

Il relatore del Convegno sarà don Giorgio Bezze, direttore UCD di Padova e collaboratore dell’UCN. 

Il convegno si terrà presso il Santuario della Madonna della sciara di Mompileri

con il seguente calendario:

Venerdì 24 giugno

  • ore 9,30: incontro dedicato ai presbiteri e ai diaconi;
  • ore 15,30 accoglienza e iscrizione;
  • ore 16,30 preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30.

Sabato 25 giugno

  • ore 16,30: accoglienza;
  • ore 17.00: preghiera e inizio dei lavori che si concluderanno alle 19,30 con il mandato ai catechisti conferito dall’Arcivescovo.  
  •  

Iscrizioni:
Iscrizione ON LINE (clicca su questa riga, accederai direttamente al modello di iscrizione)

Coloro che desiderano contribuire alle spese del convegno, potranno farlo al momento del ritiro della carpetta.  
Nell’attesa di incontrarci al Convegno, vi salutiamo tutti cordialmente nel Signore.
    
sac. Gaetano Sciuto e l’equipe dell’UCD
sac. Salvo Bucolo, Rosetta e Giorgio Amantia e l’equipe UPF. 

Aspettando Sant'Agata

Arcidiocesi di Catania - Museo Diocesano

Sant'Aituzza percorso guidato:
Sala Fercolo e sala Sant'Agata del Museo
Chiesa Sant'Agata la Vetere
Santuario Sant'Agata al Carcere
Chiesa San Biagio in Sant'Agata alla Fornace

Inizio alle 19 e alle 20.
Esclusivamente su prenotazione
info e costi : 095/281635

Prospettive Barocche - Catania dall'Alto
Visita al Museo Diocesano e alle terrazze panoramiche
Visita alla Chiesa Badia di Sant'Agata e cupola
Visita alla Chiesa di San Giuliano e cupola

Dalle ore 19.00 alle ore 22.00
info su costi: 095/281635

APERTURE STRAORDINARIE:
Basilica Collegiata

Terme Achilliane
info e costi 095/281635

In allegato la locandina dell'evento

Messaggio dell'Arcivescovo in occasione della veglia di preghiera per la giovane mamma uccisa nel quartiere San Cristoforo, Valentina Giunta

Arcidiocesi di Catania - L'Arcivescovo

Carissimi,
mi sarei voluto unire a voi per pregare per la giovane mamma uccisa nel
quartiere San Cristoforo, Valentina Giunta, figlia e sorella, moglie e madre, ma avevo
già preso l’impegno di celebrare la Messa per il Perdono di Assisi e nella chiesa di
Santa Maria di Gesù. Sono unito a voi spiritualmente nella celebrazione eucaristica,
per invocare dal Signore misericordia, amore e speranza.
Misericordia per il figlio di Valentina: è la misericordia di Dio che invochiamo, così
simile ai sentimenti di una madre. Perché Valentina rimane madre anche di quel figlio
che ha perso il controllo di sé, e certamente nel suo cuore in questi giorni sta
prendendo coscienza che la violenza non risolve mai i problemi, ma li complica di più;
che una madre è un dono grande della vita perché è colei che ci ha dato la vita; che il
primo nome che ha imparato a pronunciare e forse l’ultimo che pronuncerà nella sua
vita, quello di “mamma”, è stato macchiato da un gesto che solo la misericordia di Dio
può cancellare. E l’amore di una mamma, perché, ne sono sicuro, Valentina prega per
suo figlio e gli vuole bene, anche ora che è nel misero della vita eterna.
Vogliamo chiedere amore: quell’amore che è stato turbato nella famiglia di Valentina
e in tante famiglie, dove non ci si capisce più, si litiga, si alza la voce, si usa violenza.
Cosa manca? L’amore vero, quello che vuole il bene dell’altro, soprattutto dei figli, e
li vuole salvare da una vita che è precaria, che è senza lavoro, senza un onesto lavoro,
che vuole preservarli da una esistenza dura.
Vogliamo pregare per tutte le mamme di Catania, per quelle che come Valentina non
perdono la speranza che i propri figli non conoscano il carcere, la povertà, la
mancanza di istruzione. Sono donne che hanno speranza: preghiamo perché abbiamo
della alleate grandi nei loro mariti, nei loro stessi figli, nella nostra comunità cristiana,
negli amici e parenti. Ricordiamo, come diceva don Tonino Bello, che “ che gli uomini
hanno un’ala soltanto: possono volare solo rimanendo abbracciati”. Valentina
era sola, con la sua sola ala a voler volare: diamogli la nostra “ala di riserva”,
perché possiamo aiutare tante mamme, tanti papà, tanti giovani a volare verso
un futuro migliore, da costruire nella giustizia, nella dignità, nell’amore, in
questa stupenda ma difficile città di Catania!

CHIUSURA UFFICI DELLA CURIA ARCIVESCOVILE

Arcidiocesi di Catania

Gli Uffici della Curia Arcivescovile resteranno chiusi al pubblico da lunedì 08 agosto a venerdì 26 agosto

Gli Uffici riapriranno regolarmente lunedì 29 agosto alle ore 9.00

Il Servizio di Portineria dal 1° agosto al 31 agosto la portineria del Palazzo Arcivescovile osserverà il seguente orario di servizio dalle ore 8,00 alle ore 14,00 con esclusione dell’apertura pomeridiana

E' PREVISTA L'APERTURA STRAORDINARIA DELLA CANCELLERIA, PER LA CONSEGNA DELLE PRATICHE MATRIMONIALI, GIORNO 11 AGOSTO DALLE ORE 9.00 ALLE 12.30

Elezioni della Superiora generale delle Suore del bell'Amore

Suore del bell'Amore

Nella sala capitolare della Casa Madre delle suore del Bell’Amore, si sono svolte le elezioni della Superiora generale, presiedute dall’Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice.

Le capitolari si sono riunite in preghiera e hanno celebrato l’Eucaristia presieduta dall’Arcivescovo, nella Cappella dell’Istituto. Tutti insieme, poi, ci si è recati nella sala del capitolo, dove mons. Lorefice ha guidato la recita dell’Adsumus e con la sua paterna esortazione ha aperto l’assemblea elettiva.

Sr. Nunziella Scopelliti, fondatrice delle suore del Bell’Amore, postulata all’unanimità dalle capitolari, è stata riconfermata a guida dell’Istituto dall’Arcivescovo, che ha accolto la volontà unanime, espressa dalla maggioranza “altamente qualifica” – come lui ha detto - delle preferenze espresse. In un clima di gioia, ogni capitolare ha abbracciato, quindi, sr. Nunziella, in segno di filiale obbedienza.

A conclusione, l’Arcivescovo ha impartito la sua benedizione, invocando anche l’intercessione di santa Rosalia, Patrona di Palermo.

Pagine

Subscribe to RSS - Articolo in prima