Articoli_Prima

Caritas Diocesana

In allegato, aggiornata alla data odierna, la Guida ai servizi per i senza fissa dimora. La Guida sarà molto utile ai Parroci e alla Curia della città per orientare le persone che, nel bisogno, vengono a chiedere. Sac. Vincenzo Algeri.

Consultazione online dell’Inventario dei Beni storico artistici per i parroci.

L’Ufficio nazionale della CEI per i Beni culturali, di recente ha reso disponibile la Consultazione online dell’Inventario dei Beni storico artistici per i parroci. Il servizio nasce in alternativa alla consegna dell’Inventario parrocchiale su supporto mobile (CD), ormai indisponibile, preservandone i vantaggi e accrescendone la potenzialità. La disponibilità online dell’Inventario parrocchiale garantisce al parroco di consultare le schede e le immagini sempre aggiornate e di fruire di maggiori funzioni di ricerca, selezione e stampa. Il sistema, inoltre, permette di consultare la scheda dell’edificio chiesa contenitore dei beni. Dopo l’accesso con utente e password (che verrà consegnata dall’Ufficio diocesano per i Beni culturali personalmente al parroco), il sistema presenta direttamente l’intero Inventario dei beni mobili presenti nelle chiese e negli edifici pertinenti territorialmente alla propria parrocchia. Qui di seguito vengono elencate le funzionalità base intanto previste:
Visualizzazione della scheda sintetica del bene e della scheda completa; ricerca libera e avanzata su alcuni campi, suggerimenti di ricerca anche per codice scheda e per collocazione specifica; visualizzazione dell’insieme di appartenenza; possibilità da parte del parroco di segnalare alla diocesi informazioni sulle schede; protocollo di trasferimento sicuro in https.
Si segnala, tra l’altro, la possibilità ormai di attivare localmente percorsi formativi (per esempio di tipo liturgico e catechetico), a partire dai beni della parrocchia, particolarmente interessanti specialmente nell’Anno della fede in corso.
                                                                        Ufficio diocesano per i Beni culturali

Veglia di preghiera per la 50^Giornata di Preghiera per le Vocazioni in preparazione alla XXV Pentecoste dei Giovani.

Carissimi,
ci avviamo alla prossima Pentecoste dei giovani 2013, un evento che quest’anno è particolarmente significativo, in quanto è alla sua XXV edizione.
Nell’ambito dell’Anno della Fede, e in preparazione a questa particolare edizione della Pentecoste dei Giovani, vorremmo pregare perché i giovani possano, attraverso le occasioni come queste, scoprire la loro chiamata all’interno della comunità cristiana e quindi individuare la loro vocazione. Sappiamo che la pastorale dei giovani è, di fatto, pastorale vocazionale e viceversa, l’una senza l’altra perderebbe di senso.
Vogliamo quindi invitare tutta la diocesi, in ambito vicariale o parrocchiale, a pregare per le Vocazioni in occasione della celebrazione della 50^Giornata di Preghiera per le Vocazioni. Attraverso un sussidio che arriverà al più presto, sabato 20 aprile alle ore 21.00 ci uniremo tutti in preghiera, ognuno nel suo vicariato o nella sua parrocchia, in comunione con tutta la Chiesa e, in particolare, con la nostra diocesi e il suo Pastore, Mons. Salvatore Gristina, che presiederà la Veglia nella Parrocchia SS.Pietro e Paolo di Catania. Questa occasione possa servire anche a pregare per le iniziative a servizio dei giovani della diocesi di questo periodo: la Festa diocesana dei Ministranti – quest’anno realizzata insieme ai ragazzi collegati all’Ufficio Missionario Diocesano, che sarà realizzata nel Seminario Arcivescovile di Catania il 25 aprile prossimo, e la XXV Pentecoste dei Giovani, che sarà celebrata presso la Chiesa Madre di S.Giovanni La Punta (partenza ore 09.00 dal Santuario della Ravanusa) il prossimo 19 maggio.
Certi che saremo in molti a pregare perché il Signore continui a suscitare nel suo popolo santi pastori, religiosi e religiose e sante famiglie, cordialmente vi salutiamo.
Catania, 05 aprile 2013

Don Enzo Fatuzzo, direttore CDV

Don Salvo Gulisano, direttore UPG

Ufficio Missionario - Associazione Diocesana Ministranti

Carissimi, come ormai è tradizione nella nostra Chiesa di Catania, il prossimo 25 Aprile si terrà la grande Festa diocesana del Ministrante alla quale sono invitati a partecipare tutti i ministranti della nostra diocesi. Quest’anno saremo insieme ai ragazzi missionari, con i quali, oltre che fare festa, ci immetteremo nella grande e bellissima realtà della missione “fino agli estremi confini della terra”. Nell’ambito dell’anno della Fede, il tema della giornata sarà: "Con Gesù impariamo a credere". La festa si svolgerà nel Seminario Arcivescovile dei Chierici, Via V. E. da Bormida 56 a partire dalle ore 09.00.

APPELLO della Caritas Diocesana

Servono aiuti alimentari e indumenti per l’Help Center. L’Help Center (nei pressi della Stazione Centrale) è il pronto soccorso sociale per persone senza dimora, che serve dal lunedì al venerdì oltre 200 pasti a colazione e a cena, ha un servizio doccia per 25 persone al giorno, la scuola di lingua italiana per stranieri, lo sportello legale, l’unità di strada, l’orientamento al lavoro e ai servizi della città. Molti sono i volontari che vi svolgono generosamente il loro servizio. In questi ultimi mesi è aumentata la presenza di immigrati e di italiani, ed è aumentato il bisogno di alimenti, di scarpe e di abiti (soprattutto biancheria intima, che viene usata per il servizio docce). A fronte di questo aumento di fratelli da accogliere c’è stata una diminuzione di aiuti da parte del Banco alimentare, che a sua volta sta ricevendo di meno, pur in presenza di un aumento della domanda di aiuti da parte di tanti enti, fra cui molte Parrocchie. Perciò, rivolgo un appello ai fedeli delle Parrocchie di Catania: fate pervenire all’Help Center alimenti, abiti (biancheria intima), scarpe!  Questi aiuti li potete portare direttamente all’Help Center e consegnarli ai volontari e agli operatori.
Sac. Vincenzo Algeri, Direttore della Caritas Diocesana

APPELLO della Caritas Diocesana

Si chiede la disponibilità di volontari per il dormitorio “DUSMET” di Via Vittorio Emanuele, 498. Il dormitorio DUSMET è stato aperto tre mesi fa per far fronte all’emergenza freddo. I locali del dormitorio ci sono stati dati in comodato d’uso dall’ Ospedale Vittorio Emanuele. Responsabile del servizio è il diacono Daniele Pappalardo, che in questi mesi, nella gestione del dormitorio, è stato collaborato efficacemente da un gruppo di giovani volontari della Parrocchia Crocifisso dei Miracoli, che avevano preso l’impegno per tre mesi. Poiché i responsabili  dell’Ospedale Vittorio Emanuele hanno concesso i locali in comodato fino al mese di giugno, si ritiene opportuno continuare il servizio, perché altrimenti dovremmo rimandare in strada gli attuali ospiti; la qual cosa non ci sembra opportuna. Però, per continuare il servizio è necessaria la collaborazione di giovani volontari. Ne sono necessari due per notte, con turni settimanali o quindicinali. Faccio appello ai giovani delle nostre Parrocchie, dei Movimenti e delle Associazioni perché diano la loro disponibilità! In quest’Anno della fede questo servizio è un’opportunità per testimoniare la fede con le opere. Per dare la vostra disponibilità, rivolgetevi al diacono don Daniele Pappalardo (cell. 3409726699)

Pagine